.
Annunci online

28 marzo 2011
Ricette balcaniche: Tzatziki
Lo tzatziki è un tipico piatto greco a base di yogurt, cetrioli e aglio. Ideale come antipasto o come salsa d'accompagnamento per carne e pesce. In Grecia viene usato nella preparazione del "gyros", il tradizionale panino da strada.

Ingredienti: 2 cetrioli; 500 gr di yogurt greco; 3 spicchi d'aglio tritati; 1 cucchiaio di aneto fresco tritato; 1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva; sale e pepe.

Preparazione: Grattugiate i cetrioli in una terrina... Continua su Radio Balcani (clicca qui)

20 marzo 2011
Locomondo, reggae greco
Ottimo e sano reggae greco: stiamo parlando dei Locomondo, creativa band ateniese capace di mischiare sound giamaicano e sonorità tradizionali elleniche.
Composti da ben sette elementi, i Locomondo calcano le scene ormai dal 2004 ed hanno all'attivo già cinque album. Il terzo di questi, "Me Wanna Dance", mandato alle stampe nel 2007 ha attirato l'attenzione del regista turco-tedesco Fatih Akin... Continua su Radio Balcani (clicca qui)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Locomondo reggae Grecia Musica cinema

permalink | inviato da liblab1984 il 20/3/2011 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

9 marzo 2011
Il Risorgimento italiano e i Balcani
Il 17 Marzo feteggeremo i 150 anni dell'Unità d'Italia. Una data importantissima che ricorda l'epopea del Risorgimento, una delle vette della storia nazionale. Mazzini, Garibaldi, Cavour: personaggi di statura internazionale, entrati nel mito e capaci di affascinare milioni di persone in tutto il mondo.
Gli eventi del Risorgimento vennero infatti seguiti anche fuori dai confini italiani, diventando di esempio per i popoli oppressi e per quanti amavano la libertà. Tra questi vi furono le popolazioni slavo balcaniche: divise tra il dominio dell'Austria-Ungheria e l'Impero Ottomano, le genti dei Balcani si impegnarono per tutto l'Ottocento in un processo di risveglio nazionale.
Le correnti patriottiche si ripartivano in vari gruppi: tra i più rilevanti i nazionalisti croati, quelli serbi e gli jugoslavisti.
Nel mondo serbo si parlava chiaramente della Serbia come "Piemonte dei Balcani"... Continua su Radio Balcani (clicca qui)

sfoglia febbraio